Denuncia di morte. Cosa fare

Presso l’ufficio di Stato Civile, la denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore.

Le Agenzie di pompe funebri, su richiesta del cittadino, possono occuparsi di tutte le pratiche, dalla denuncia di morte al funerale.

In caso che i parenti della persona deceduta non possono essere seguiti da un’impresa funebre possono, a secondo di dove è avvenuto il decesso,  seguire le seguenti procedure:

  • decesso a casa bisogna comunicare l’evento al medico di base immediatamente, che dovrà rilasciare regolare certificato con i dati della salma, data e ora del decesso e relative cause del trapasso, tempestivamente avvertire l’impresa di onoranze funebri di fiducia , che nell’immediatezza risolverà i problemi più urgenti (ricomposizione e vestizione della salma al fine dell’ esposizione della stessa, in modo da poter trascorrere il periodo di osservazione previsto dalla legge, 24 ore minimo tranne diversi casi, senza arrecare ulteriori disagi ai familiari rispettando tutte le normative vigenti in materia) fino al momento delle esequie.
  • decesso in ospedale o istituto privato, dopo che il personale medico ne abbia effettuato l’accertamento, la salma, dovrà essere trasportata nei locali appositi dello stesso istituto adibiti a camera mortuaria, per trascorrere il periodo di osservazione previsto dalla legge, l’esposizione della salma per la visita dei parenti e conoscenti, fino alla partenza per il cimitero di destinazione.